Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 18:40 METEO:ABETONE-1°6°  QuiNews.net
Qui News abetone, Cronaca, Sport, Notizie Locali abetone
giovedì 09 febbraio 2023
Tutti i titoli:
corriere tv
Sanremo: Morandi, Ranieri e Al Bano fanno cantare l'Ariston

Attualità sabato 05 novembre 2016 ore 06:30

​“Serve un piano di sviluppo per la montagna”

La proposta arriva da Confesercenti dopo gli incontri a San Marcello e Quarrata sulla legge di riordino delle funzioni provinciali



PISTOIA — “A nostro parere – spiega Confesercenti - è indispensabile un piano di sviluppo. L’accoglienza e l’informazione sono infatti di competenza dei Comuni, che possono comunque anche dare linee d’indirizzo a Toscana Promozione”.

“Il rapporto con il Comune di Pistoia per definire un piano di sviluppo e le conseguenti deleghe è importante perché è il modo di coinvolgere la pianura sui problemi che vive la Montagna e sulle sue potenzialità di sviluppo. Ma anche le risorse culturali e turistiche di Pistoia devono essere considerate nell’ottica di una positiva ricaduta sulla Montagna”.

“Nell’immediato – prosegue la nota - sono poi fondamentali le azioni di promozione, informazione e accoglienza, ricorrendo a servizi innovativi e moderne tecnologie attraverso nuove forme di collaborazione tra pubblico e privato. Deve essere costruito un equilibrio tra tutti i soggetti: istituzioni, imprese, Parco, Eco Museo e Dynamo Camp. I rapporti tra istituzioni e Dynamo non sono improntati oggi sulla collaborazione: noi riteniamo invece che alla guerra sia preferibile il dialogo, la ricerca dell’interesse comune, le compatibilità. E’ un errore, da una parte, avere una visione a senso unico, tipica di strutture forti e industriali che in legittimi progetti di espansione non tengano conto del tessuto economico e sociale dei territori.

E’ altrettanto sbagliato considerare queste forti realtà quasi come degli intrusi, non capaci di produrre benefici per tutti”.

“Dynamo da sola non è grado di far crescere tutta la Montagna, pensando che possa diventare una social valley con un indotto ancora indefinito. Ma la Montagna che prescinde dalla Dynamo rinuncia a una forza importante per la sua crescita. E’ necessaria un’apertura reciproca”.


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Sono 67 gli incidenti con morti o feriti in 4 anni, 20 nel 2022. Coldiretti ha stilato la mappa dei luoghi a rischio per la presenza di cinghiali
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Nadio Stronchi

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Attualità

Attualità