comscore
QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
ABETONE
Oggi 22° 
Domani 16° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News abetone, Cronaca, Sport, Notizie Locali abetone
martedì 26 maggio 2020

LEGALITÀ E NON SOLO — il Blog di Salvatore Calleri

Salvatore Calleri

Salvatore Calleri (1966) è nato a Catania e vive sin da piccolo a Firenze. Laureato in giurisprudenza nel 1991 ha conosciuto Antonino Caponnetto con il quale ha collaborato strettamente fino al 2002, anno della sua morte. Esperto di lotta alla mafia, analista nel campo della sicurezza e della criminalità organizzata internazionale è presidente della Fondazione Caponnetto e consigliere della Fondazione Pertini. Di entrambe ha ispirato la nascita. Coordina l'Omcom (Osservatorio Mediterraneo Criminalità Organizzata e Mafia) è ideologo del Progetto Tulipani Rossi verso gli Stati Uniti d'Europa.

La crisi del coronavirus è una crisi epocale. È fuor di dubbio

di Salvatore Calleri - venerdì 27 marzo 2020 ore 16:59

La crisi del coronavirus è una crisi epocale. È fuor di dubbio.

Detto questo sicuramente in un tempo relativamente breve sconfiggeremo il virus, ma nulla sarà più come prima. Vediamo perché.

L'economia sta subendo un blocco totale dal quale sarà difficile riprendersi.

Cambieranno le nostre abitudini ed il frenetico mondo liberista chiederà l'aiuto statale scoprendosi fragilissimo. L'aiuto statale farà saltare i rigidi parametri del fondo monetario internazionale ed i vari vincoli della Unione Europea.

Per uscire da questa situazione ci troviamo di fronte a dei bivi che sono totalmente diversi tra loro:

a) la soluzione "nazionalista" di ogni paese che decide di andar da solo.

b) la soluzione del "tutto rimane come prima".

c) la soluzione internazionalista modello Stati Uniti d'Europa o similari.

Tre soluzioni diverse con un unico punto in comune de facto: la crisi del modello ultraliberista. Se i liberisti chiedono soldi pubblici finiscono. Viene a cadere il tabù che vietava l'intervento statale.

La soluzione "nazionalista" è quella dannosa e pericolosa da un punto di vista analitico storico. I nazionalismi sono il contrario del patriottismo e non hanno mai portato di recente a nulla di buono. In questo momento poi da un punto di vista geopolitico renderebbero il nostro Paese debole nello scenario internazionale.

La soluzione del "tutto rimane come prima" è altrettanto dannosa in quanto non c'è niente di peggio del cieco che non vuole vedere la crisi sistemica del modello liberista e del modello confederale. Il pensare poi alla cosiddetta troika come risolutrice dei problemi è drammatico.

La soluzione "internazionalista", che potrei definire modello STAR TREK ossia federalista è molto difficile da attuare ma sarebbe la più conveniente.

Ad esempio se l'attuale Unione Europea avesse un modello federale avremmo una gestione unitaria della crisi.

Una visione federalista internazionalista permetterebbe in futuro di avere un mega ospedale dedicato alle pandemie a livello centrale con decine migliaia di posti letto finanziato centralmente. Oggi sembra un sogno ma potrebbe diventare realtà. Basti pensare che un semplice coronavirus ha mandato in tilt tutta l'Europa. Cosa succederà al prossimo giro con un altro virus magari più letale?

In conclusione, a parere dello scrivente, serve cambiare tutto facendo tesoro di quanto sta avvenendo, abbandonando il modello liberista e scegliendo un modello socialsolidale, federale e frutto di un patriottismo europeista moderno ma basato sui valori dei padri costituenti, con l'uomo prima della economia.

Salvatore Calleri

Articoli dal Blog “Legalità e non solo” di Salvatore Calleri

 
Programmazione Cinema Farmacie di turno

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Attualità

Attualità