Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 18:30 METEO:ABETONE13°22°  QuiNews.net
Qui News abetone, Cronaca, Sport, Notizie Locali abetone
sabato 20 luglio 2024
Tutti i titoli:
corriere tv
Milano, l'inseguimento e il furto dell'orologio nell'hotel di lusso
Milano, l'inseguimento e il furto dell'orologio nell'hotel di lusso

Attualità martedì 09 aprile 2024 ore 17:30

Prezzi in salita nel mercato immobiliare toscano

Firenze, la più cara, sfiora i 4.200 euro al metro quadro. Il mercato toscano nei dati elaborati da Immobiliare.it Insights



TOSCANA — Prezzi del mercato immobiliare in crescita in Toscana, sia per gli affitti che per le vendite. Firenze, la più cara, sfiora i 4.200 euro al metro quadro.

A fare il punto sull'andamento del mercato nei primi tre mesi del 2024 èImmobiliare.it Insights. Secondo i dati elaborati dalla società del gruppo di Immobiliare.it, il prezzo richiesto da chi vende casa in Toscana è di 2.536 euro al metro quadro, mentre chi la propone in locazione chiede 15,3 euro al metro quadro.

Nel primo trimestre dell'anno la domanda per le soluzioni proposte in vendita sarebbe cresciuto del 16,3%, mentre l’interesse per gli immobili in locazione sarebbe rimasto stabile, probabilmente, spiega Immobiliare.it "A causa del costante e significativo aumento dei canoni nell’ultimo periodo".

Rispetto ai trend evidenziati, lo stock in affitto diminuisce (-2,5%), segno che molte soluzioni sono uscite con successo dal mercato, mentre quello proposto in vendita – nonostante l’elevata richiesta - evidenzia un accumulo, +5,1%.

Per quanto riguarda i prezzi di vendita Firenze, come detto, sfiora i 4.200 euro al metro quadro, in crescita del 0,8% nel primo trimestre del 2024 e con un'accessibilità praticamente stabile rispetto a tre mesi fa (+0,1 punti percentuali). L’affitto invece continua la sua corsa, aumentando del 5,2% e assestandosi sui 22,6 euro al metro quadro di media.

Nel primo trimestre dell'anno, a Firenze la domanda di case in locazione è scesa del 6,6%, con un’offerta che comunque si contrae di 2 punti percentuali nello stesso periodo. Aumenta invece in modo sensibile l’interesse verso la possibilità dell’acquisto, +14,2%, con uno stock di immobili in vendita, tuttavia, ancora in crescita (+7,9%).

Guardando ai mercati delle altre città capoluoghi di provincia, il trend per le compravendite segue quello evidenziato a livello regionale, con la maggior parte dei territori stabili o in leggera crescita. A trainare il comparto nei primi tre mesi è il comune di Carrara, in crescita del 2,6%, male invece la relativa provincia di Massa Carrara, che perde il 5,6%. La provincia di Lucca, in lieve decrescita nel trimestre considerato, è l’unico territorio in regione, esclusa la città di Firenze, a superare i 3.000 euro al metro quadro (3.232 euro/mq).

Domanda in crescita in doppia cifra praticamente ovunque, con il comune di Prato a mostrare un interesse in aumento del 41,7%. La maggior parte dei territori poi segue il trend di offerta evidenziato dalla regione, con il comune di Siena a presentare l’accumulo più significativo nel trimestre, +18,2%, seguito dal +11,7% della provincia di Arezzo.

Per quanto riguarda gli affitti, i dati elaborati da Immobiliare.it Insights evidenziano una generale crescita dei costi dei canoni in quasi tutti i territori (guidati dal comune di Pisa con il + 9,8%) e una battuta d'arresto nell'interesse: a Pisa, ad esempio, il calo della domanda si attesta al 22%, mentre a Carrara la richiesta scende di oltre il 46%. In altre aree, tuttavia, questa rimane elevata, è il caso della provincia di Grosseto al +61% o del comune di Massa al +53,3%.


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Soglie Isee più elevate e importi più consistenti nelle nuove erogazioni che riguardano circa 1.700 studenti e studentesse. Scadenze e importi
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Federica Giusti

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Attualità

Attualità