Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 20:10 METEO:ABETONE18°  QuiNews.net
Qui News abetone, Cronaca, Sport, Notizie Locali abetone
domenica 28 febbraio 2021
Tutti i titoli:
corriere tv
Covid, a Milano folla sui Navigli nell'ultimo weekend in fascia gialla

Toscani in TV lunedì 22 febbraio 2021 ore 08:45

​Francesco, esperto di Terapia Forestale a "Geo"

Psicologo e psicanalista specializzato in Terapia Forestale, spiega la stretta relazione tra i boschi e il benessere della mente



SAN MARCELLO PITEGLIO — Ospite della trasmissione Geo su Rai3, Francesco Becheri, Psicologo, Fondatore e Responsabile Scientifico della Stazione di Terapia Forestale Pian dei Termini, parla della Terapia Forestale con la conduttrice del programma Sveva Sagramola

Conosciuta, tramandata e praticata da millenni in Giappone, la Terapia Forestale sta diventando una realtà curativa anche in Italia. Grazie alla collaborazione di CNR, CAI ed esperti scientifici tra cui Francesco Becheri, è uscito un volume, “Terapia Forestale”, pubblicato da Cnr Edizioni, che rappresenta la sistematizzazione della teoria che sta alla base di questa forma di terapia di grande aiuto nella cura di patologie o disturbi di origine psicologica ma anche fisiologica. 

Il Prof. Qing Li, immunologo (Nippon Medical School,Tokyo, Presidente Società Giapponese di Medicina Forestale) , sta collaborando al progetto che ha per obiettivo la creazione di una stazione di terapia forestale a Pian dei Termini sui Monti Pistoiesi dove poter praticare la cura con l’assistenza di personale qualificato. La conduzione infatti, ci spiega Francesco, è un elemento essenziale per l’effetto del trattamento; andare da soli a passeggiare è sicuramente una buona pratica ma non ha lo stesso impatto su eventuali disturbi quali ansia, stress o depressione.

A seguito del primo lockdown, il gruppo di Terapia Forestale ha dato vita a “Una Pillola di Salute per L’Emergenza”: un’immersione contemplativa in contesti naturali che si avvicinava il più possibile all’esperienza in vivo che in quel momento ci era preclusa. La visione del video è stata rivolta a un gruppo di persone sulle quali è stata poi evidenziata una forte riduzione del livello di ansia, a dimostrazione di come anche solo l’associazione visiva al concetto del bosco, produca benessere e di come quindi la natura sia da considerarsi senza dubbio un veicolo di terapia.

Il progetto della terapia forestale, multidisciplinare, mette insieme l’Istituto per la bioeconomia del Cnr, il Dipartimento di neuroscienze di psicologia dell’Università di Firenze, il Dagri (Dipartimento di scienze e tecnologie agrarie, alimentari, ambientali e forestali) di Agraria, il comitato tecnico-scientifico del Cai, Uniser polo universitario di Pistoia, il Comune di San Marcello Piteglio e gli assessorati all’ambiente e alla sanità della Regione Toscana.

Elisa Cosci
© Riproduzione riservata

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
Programmazione Cinema Farmacie di turno

Ultimi articoli Vedi tutti

CORONAVIRUS

Attualità

Attualità

Attualità