Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 17:35 METEO:ABETONE-3°5°  QuiNews.net
Qui News abetone, Cronaca, Sport, Notizie Locali abetone
giovedì 02 febbraio 2023
Tutti i titoli:
corriere tv
Milano, picchiano vigilante al McDonald's e si filmano: arrestati quattro trapper

Cronaca martedì 29 novembre 2022 ore 19:30

Richiami vietati per cacciare gli storni, denunciati in tre

cacciatori

E' stata la polizia provinciale a individuare i cacciatori col registratore elettronico che riproduceva il verso degli uccelli per attirarli in massa



PROVINCIA DI PISTOIA — Sono tre i cacciatori denunciati dalla polizia provinciale di Pistoia per avere impiegato richiami vietati durante l'attività venatoria. I tre sono stati individuati in un appostamento fisso con registratore elettronico dotato di altoparlante che riproduceva il verso degli storni, così da attirarli in massa e quindi abbatterli facilmente.

E' successo lo scorso sabato mattina 26 Novembre. Gli agenti hanno bloccato l'attività dei tre, sequestrando il richiamo acustico vietato, gli storni abbattuti in quel modo, le armi e le munizioni. I tre sono stati denunciati perché l'uso di richiami acustici a funzionamento meccanico, elettromagnetico o elettromeccanico, con o senza amplificazione del suono è vietato e penalmente sanzionato dalla Legge sula caccia. 

La caccia in deroga allo storno è consentita fino al 15 Dicembre 2022 e possono essere prelevati non più di 20 capi per giornata e non più di 100 a cacciatore nell’intera stagione venatoria.

Nel periodo di apertura della caccia, che va dall’ultima domenica di Settembre al 31 Gennaio, la polizia provinciale proseguirà anche con gli interventi mirati a contrastare il cosiddetto fenomeno della 'posta alla beccaccia': la caccia a tale specie migratoria, proveniente dall’Est Europa, può essere esercitata solo in forma vagante e con l’ausilio del cane. E’ quindi vietata la tecnica della 'posta'.

Ogni beccaccia abbattuta in modo difforme da quanto previsto comporta una sanzione amministrativa da 400 a 2.400 euro (in caso di recidiva la sanzione è raddoppiata) oltre alla sospensione del tesserino venatorio per un anno (in caso di recidiva per 3 anni).


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Drammatico il bollettino dei decessi che registra 14 morti in 6 province toscane. Stabili i pazienti in terapia intensiva, calano i ricoveri ordinari
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Edit Permay

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Attualità

Attualità