QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
ABETONE
Oggi 11°11° 
Domani 14° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News abetone, Cronaca, Sport, Notizie Locali abetone
lunedì 09 dicembre 2019

Attualità martedì 26 novembre 2019 ore 11:59

Aiutodonna, quasi cento richieste d'aiuto nel 2019

Dalla sua apertura avvenuta nel 2006 ad oggi, si sono rivolte al centro 1.017 donne. I dati parlano di un numero costantemente cresciuto negli anni



PISTOIA — Dalla sua apertura avvenuta il 6 marzo 2006 ad oggi, si sono rivolte al centro Aiutodonna di Pistoia 1.017 donne. Lo ha reso noto la Società della salute pistoiese in occasionedella giornata internazionale contro la violenza sulle donne.

I dati parlano di un numero costantemente cresciuto negli anni, passando dalle 32 richieste del 2006, alle 89 di dieci anni dopo, nel 2016, fino ad arrivare a 99 nel 2018. Da gennaio 2019 fino ad oggi sono ben 95 le nuove richieste di aiuto ricevute.

Dalle statistiche più recenti si rileva che la fascia di età delle donne che più si rivolgono ad Aiutodonna è compresa tra 35 e 45 anni e a seguire tra 45 e 59, con un incremento della fascia più giovane 18/25 anni.

Tra i comuni di residenza al primo posto Pistoia (55 per cento), a seguire Quarrata, Agliana, Serravalle Pistoiese e San Marcello Pistoiese.

La nazionalità è italiana per il 96 per cento delle donne che chiamano il servizio e il 42 di loro hanno un’occupazione lavorativa.

I servizi di rete che hanno svolto il ruolo di invianti sono i Servizi sociali (38 per cento), le Forze dell’ordine (36) e i Servizi sanitari (23).

La richiesta posta dalle donne è nell’83 per cento dei casi di sostegno psicologico e nel 17 di sostegno legale. La denuncia è già presente nel 37 per cento dei casi.

Il maltrattamento è di tipo psicologico nel 90 per cento delle situazioni, fisico (70), violenza assistita nell’infanzia (43), violenza economica (27) e stalking (16).Il maltrattante è di nazionalità italiana nel 69 per cento dei casi ed è il marito della vittima nel 41 per cento delle situazioni. Il profilo del maltrattante corrisponde nel 50 per cento delle storie denunciate ad un “insospettabile”, mentre nel 15 è alcolista, tossicodipendente (8), giocatore d’azzardo o con disagio psichico certificato o presunto (5).

Dal mese di novembre del 2017 Aiutodonna, oltre al supporto psicologico alle donne, ha attivato anche percorsi di accompagnamento all’inserimento socio-lavorativo e un servizio di sostegno psicologico a minori vittime di violenza assistita in carico ai servizi sociali territoriali.

Il centro Aiutodonna è attivo il lunedì, mercoledì, giovedì e venerdì, dalle 9 alle 12, e martedì dalle 15 alle 17.30. Per contattare il servizio occorre telefonare al numero 0573/ 21175 o visitare il sito: www.aiutodonna.info.



Tag

Manovra, Boschi: «Lavoreremo per eliminare del tutto sugar tax»

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Attualità

Attualità