Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 06:00 METEO:ABETONE13°24°  QuiNews.net
Qui News abetone, Cronaca, Sport, Notizie Locali abetone
venerdì 01 luglio 2022

SHALOM LA CULTURA DELLA SOLIDARIETÀ — il Blog di Don Andrea Pio Cristiani

Don Andrea Pio Cristiani

Nasce a Staffoli nel Comune di Santa Croce sull’Arno (Pi) nel 1950 nella Diocesi di San Miniato. Studia filosofia a Parigi e teologia a Pisa e nel 1974 è ordinato sacerdote. Nel 1974 fonda il Movimento Shalom attivo in 20 paesi del mondo con 22.000 soci. Ha scritto numerosi saggi su riviste specializzate e prefazioni su argomenti riguardanti la pastorale, la Dottrina sociale della Chiesa, le scienze per la pace e per la cooperazione.

Bentornato Presidente...

di Don Andrea Pio Cristiani - mercoledì 02 febbraio 2022 ore 22:00

Avrei giurato nel Mattarella bis e le sceneggiate che hanno preceduto l'elezione del nuovo - vecchio presidente mi davano ragione. Dove trovare un politico di specchiate virtù capace di rappresentare tutti nella giungla della politica attuale?
Egli è il garante della costituzione sulla quale giurerà immagino di nuovo. Una costituzione talmente disattesa da far accapponare la pelle.
Fondata sul lavoro? Metterei in agenda come priorità assoluta questo diritto fondamentale dei cittadini italiani. Da questo dipenderà l'ordine sociale e la tranquillità delle famiglie.

In un Italia sempre più povera malgrado i proclami del regime secondo il quale tutto va bene e ciò che non va si sta sistemando.... è urgente guardare alle fasce deboli che arrancano anche sul carrello della spesa e sulle bollette cresciute in modo esponenziale nella disinvoltura collettiva.
Tutto il resto è uguale. Stipendi e pensioni sono gli stessi, tranne per i fortunati e varie categorie che con il Covid hanno accresciuto le loro entrate.
Si parla di cittadini che detengono depositi stratosferici anche nei forzieri dei paradisi fiscali ed altri che fanno la fila alle caritas per i pacchi alimentari o peggio ancora alle mense dei poveri.
Mi chiedo se tutto ciò è conforme alla costituzione....

Il presidente presiede il consiglio superiore della magistratura, mi chiedo se la giustizia sia davvero uguale per tutti, quando le galere sono piene di disgraziati vittime della miseria e del degrado morale. I potenti e i ricchi hanno il fior fiore dei legali per poterla far franca sempre.
La grande criminalità non arresta il suo delinquere neanche dalle celle di un super carcere.
Il nuovo presidente sa' bene quanto siano estesi i tentacoli della malavita sempre più globalizzata. Egli e la sua famiglia sono stati vittime ti tanta efferata violenza.

Il Capo dello Stato che ha il potere di parlare alle Camere metta in agenda sollecitazioni indispensabili per la scuola, fulcro vitale per una gioventù preparata e responsabile.
Oggi la scuola mi pare l'ultima ruota del carro, con edifici inadeguati, insegnanti sballottati da una regione all'altra e sottopagati per la loro alta missione e parlo di missione educativa. Si assiste al fallimento educativo più clamoroso della storia repubblicana e non diamo colpa al covid...

Il Capo dello Stato ha il comando delle forze armate. Gli chiediamo di promuovere la cultura della non violenza e della pace e di eliminare le parate con i mezzi militari che sfilano rendendoci patetici di fronte al resto sciagurato del mondo. Operi piuttosto per smantellare le obsolete armi nucleari inutili e inquietanti presidi sul nostro territorio nazionale, memorie perenni di come gli sconfitti restano eternamente subordinati alle potenze vincitrici.

La guerra si vince con la giustizia e il dialogo allora mi chiedo quanto la nazione Italia investe per la cooperazione internazionale? Forse quanto per le armi?

Ultima cosa ho da dire al caro nostro presidente: ho letto che i costi del Quirinale hanno il record mondiale, mi auguro che sia la solita balla, ma se fosse vero? Parlano di 4 volte più della reggia inglese e 8 volte più della casa Bianca. Se fosse vero considerando tanti cittadini che non hanno una casa, si potrebbero ridurre le spese ed investire in edilizia popolare...

Ultimissima Presidente. Grazie per aver accettato, ma non ne dubitavo. Auguriamoci però che non sia un segnale per i cittadini da lei rappresentati che seguendo l'esempio potranno forse in un prossimo futuro andare in pensione a 88 anni.

Lunga vita al nostro nuovo Presidente!

Don Andrea Pio Cristiani

Articoli dal Blog “Shalom La Cultura della Solidarietà” di Don Andrea Pio Cristiani