Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 18:30 METEO:ABETONE13°22°  QuiNews.net
Qui News abetone, Cronaca, Sport, Notizie Locali abetone
sabato 20 luglio 2024
Tutti i titoli:
corriere tv
Milano, l'inseguimento e il furto dell'orologio nell'hotel di lusso
Milano, l'inseguimento e il furto dell'orologio nell'hotel di lusso

Attualità giovedì 15 dicembre 2022 ore 10:44

L'export agroalimentare si mangia guerra e inflazione

bruschetta
L'olio toscano è fra i prodotti di traino per l'export dell'agroalimentare

Inflazione e rincari non frenano la corsa del made in Tuscany sui mercati esteri. Vino, olio, salse e fiori prodotti trainanti. Incrementi a due cifre



TOSCANA — L'export dell'agroalimentare toscano si mangia guerra e inflazione che non frenano una corsa sui mercati esteri che vede incrementi a doppia cifra con vino, olio, salsa gastronomiche e florovivaismo a far da traino: è l'analisi con cui Coldiretti Toscana legge i dati Istat sulle esportazioni relativi al terzo trimestre 2022.

L'incremento delle esportazioni nel periodo in esame è stato del 13,8% in valore, pari a 2.508 milioni di euro di prodotti toscani venduti all'estero dall’inizio dell’anno, il 12% in più su base trimestrale. A trainare le esportazioni con l’80% del valore del totale di export sono tra i prodotti vino, olio, salse gastronomiche e florovivaismo.

L’altro grande merito è delle imprese, il 49% delle quali ha la propensione ad esportare contro una media nazionale del 44%. I consumatori stranieri sono ingolositi specialmente dai prodotti a Indicazione Geografica (Ig): "Negli ultimi 10 anni - spiega il presidente di Coldiretti Toscana Fabrizio Filippi - il nostro export ha continuato a crescere ad una velocità del 5,1% all’anno arrivando a sfiorare i 3 miliardi di euro nel 2021. Trend molto positivo confermato anche nel terzo trimestre 2022 con un aumento del valore di export del 12,2% pari a 754 milioni di euro, 80 milioni di euro in più rispetto allo stesso periodo dello scorso anno”.

I mercati di riferimento

I mercati di riferimento per le imprese agricole toscane sono specialmente quelli europei, con 1.465 milioni di euro di prodotti esportati (+10%) soprattutto in Germania con 370 milioni di euro (+16%), Francia con 263 milioni di euro (+9%), Svizzera con 102 milioni di euro (+4%) e Spagna con 52 milioni di euro (+9%).

Molto bene le vendite negli Stati Uniti con 630 milioni di euro (+22,4%) ed il mercato asiatico con 181 milioni di euro (+5%) dove però si registra, ancora una volta, una riduzione del 23% dei valori per il mercato cinese. Tornano a crescere anche i flussi verso il Regno Unito (+3%) con 159 milioni di euro di valore.

Iniziano a farsi sentire in maniera pesante gli effetti del conflitto con una forte riduzione di esportazioni sia verso la Russia (-13%) che verso l’Ucraina (-54%): prima dell’avvio del conflitto i due mercati valevano complessivamente circa 40 milioni di euro. Oggi la loro incidenza per la nostra economia regionale si è praticamente dimezzata


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Soglie Isee più elevate e importi più consistenti nelle nuove erogazioni che riguardano circa 1.700 studenti e studentesse. Scadenze e importi
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Federica Giusti

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Attualità

Attualità