Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 12:46 METEO:ABETONE14°27°  QuiNews.net
Qui News abetone, Cronaca, Sport, Notizie Locali abetone
mercoledì 17 luglio 2024
Tutti i titoli:
corriere tv
Inondazioni a Toronto, la villa di Drake invasa dall'acqua
Inondazioni a Toronto, la villa di Drake invasa dall'acqua

Attualità lunedì 04 marzo 2024 ore 15:35

Dopo il Covid così lievitano le code agli sportelli

persone in coda

Tra uffici anagrafe e servizi Asl in Toscana è cresciuto il numero di utenti che attendono più di 20 minuti. I dati della Cgia di Mestre



TOSCANA — Il Covid con i suoi dettami di rarefazione sociale le aveva impietosamente tagliate, ma ora rieccole: le code agli sportelli aumentano in Toscana ma non solo, sia negli uffici anagrafe che in quelli delle Asl, e a certificarlo è uno studio della Cgia di Mestre che ha comparato i dati 2022 e 2023 sul numero di cittadini che ha atteso in coda più di 20 minuti.

Impresa non semplice, che vede alcune regioni centrare il risultato di una riduzione delle file e altre - fra cui la Toscana - in cui invece le code lievitano.

"Con la fine del Covid, anche i cittadini hanno ricominciato a frequentare gli uffici pubblici e, conseguentemente, i tempi di attesa agli sportelli sono tornati ad aumentare", osservano gli esperti.

In Italia, complessivamente, "tra il 2021, anno in cui ci trovavamo in piena crisi pandemica, e il 2023, primo anno post Covid, le persone che si sono recate presso una Asl sono aumentate del 12,9% (+ 2.246.000 persone), mentre quelle in attesa da più di 20 minuti sono incrementate del 24,4% (+1.926.000 persone)", è il risultato della ricognizione.

E nelle Regioni? In Toscana il numero di cittadini che si sono recati a uno sportello anagrafe è aumentato del +10,1% fra il 2021 e il 2023, il che si traduce in due persone in più che hanno affrontato un tempo d'attesa superiore ai 20 minuti. Lo stesso dato parametrato sugli sportelli Asl registra un incremento del +7,4% (3 persone in più, media italiana +5).

Nessuno si sconforti dinanzi al fatto che invece in alcune Regioni si registra un decremento, perché non manca invece chi è messo peggio rispetto alla Toscana. Qualche esempio? In fila agli sportelli Asl dell'Abruzzo nel 2023 c'erano +11 persone rispetto al 2021, +10 in Basilicata e Veneto a testimoniare di come il fenomeno percorra l'intero Stivale da nord a sud. All'anagrafe il numero di utenti in coda è cresciuto più che altrove in Calabria (+8), Umbria (+6) e Abruzzo (+5).


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Con 22mila attività di ristorazione, i consumi alimentari fuori casa sono pari al 32% del totale. Forte ripresa dopo l'emergenza Covid
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Nadio Stronchi

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Economia

Attualità

Cronaca