Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 21:20 METEO:ABETONE13°  QuiNews.net
Qui News abetone, Cronaca, Sport, Notizie Locali abetone
martedì 27 settembre 2022
Tutti i titoli:
corriere tv
Elezioni, c'è una novità e un solo vincitore: ora è il tempo della responsabilità

Attualità domenica 03 gennaio 2021 ore 18:36

Niente sci, l'amarezza degli operatori

neve all'abetone

Il presidente di Federfuni Formento commenta l'ordinanza di differimento dell'apertura degli impianti al 18 gennaio e chiede pianificazione e aiuti



ABETONE CUTIGLIANO — "Siamo amareggiati da questo ulteriore rinvio per l'apertura degli impianti di risalita, al momento attuale solamente posticipata al 18 gennaio senza che ci siano le necessarie garanzie che questa data rappresenti l'apertura per i comprensori delle regioni in zona gialla. Pertanto è necessario che vi sia, già da ora, una riflessione sugli indennizzi necessari per mantenere in vita le stazioni sciistiche ed in modo particolare le aziende che gestiscono impianti a fune vero fulcro dell'economia montana". Lo afferma Federfuni Italia attraverso una nota, commentando così la firma, da parte del ministro della salute Roberto Speranza, dell'ordinanza con cui si differisce la riapertura degli impianti sciistici al 18 gennaio 2021. 

Il presidente Andrea Formento chiede ora un anticipo al giorno 16, sabato, e comunque sollecita a che le informazioni sulle decisioni circa le sorti del turismo bianco siano date in tempo per poter procedere all'organizzazione delle attività.

Federfuni sottolinea, tra l'altro, "la situazione di difficoltà in cui si trovano le società dell'Appennino dopo una stagione invernale come quella precedente che aveva avuto proprio inizio nel momento in cui è stato dichiarato il primo lockdown e che naturalmente si è aggravata con questi rinvii della data di apertura anche in questa stagione".

Chiede dunque al governo, al parlamento e alla conferenza delle Regioni che "venga applicato un criterio di ripartizione dei fondi equo rispetto alle diverse situazioni che la montagna italiana".


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno