QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
ABETONE
Oggi 25°33° 
Domani 21°31° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News abetone, Cronaca, Sport, Notizie Locali abetone
mercoledì 27 luglio 2016

Attualità lunedì 29 febbraio 2016 ore 14:00

Il futuro delle piscine rischia di affondare

Permangono incertezze sulla futura gestione della piscina di Maresca insieme alla 'Marchi' di Pescia e alla 'Fedi' di Pistoia

SAN MARCELLO PISTOIESE — Sono di nuovo i 'Nuotatori Pistoiesi' a far tornare sulla breccia il problema della gestione futura degli impianti sportivi del territorio. Poche settimane fa la società sportiva era tornata all'attacco, o meglio era tornata a sottolineare le proprie preoccupazioni per la sorte della piscina 'Fedi' di Pistoia il cui affidamento in gestione è attualmente in ballo associato a quello della 'Marchi' di Pescia e di quella di Maresca.

Ora i 'Nuotatori Pistoiesi' tornano sulla questione in una nota che mette in luce un quadro, dicono, praticamente immutato.

"Nonostante le intervenute rassicurazioni da parte dell'amministrazione comunale, che ha discusso della situazione piscine anche nel Consiglio Comunale dello scorso lunedì - si legge in una nota della società - sembra che niente si sia ancora mosso per tentare di risolvere l'annosa questione del "caos piscine", ed il tempo, purtroppo, passa e non aiuterà alla risoluzione del problema".

"Apprendiamo proprio ieri da una dichiarazione rilasciata dal presidente Vanni a La Nazione, che lo stesso non ha ancora la minima intenzione di instaurare un tavolo con le amministrazioni locali volto a trovare soluzioni alternativa a quella da lui proposta per l'affidamento delle tre piscine provinciali. Dalle sue parole si evince anzi, che le scelte sono già state fatte!!"

"Il presidente Vanni - sottolinea ancora la nota della società - dichiara infatti riferendosi alla piscina di San Marcello: "Il problema delle manutenzioni straordinarie riguarda anche altre piscine provinciali. Gli uffici stanno valutando i vari interventi necessari, in modo da inserirli all'interno della gara pluriennale per l'affidamento in gestione delle tre piscine Le Ginestre, Fedi di Pistoia e Marchi di Pescia". Non capiamo a questo punto cosa stia succedendo, pare che le due amministrazioni, entrambe tra l'altro appartenenti alla stessa corrente politica, non riescano o non vogliano parlarsi".

"Inoltre alcuni consiglieri Provinciali, Billero, Celesti e Giovannelli, siedono anche in Consiglio Comunale - proseguono i 'Nuotatori Pistoiesi' - a loro chiediamo di sollevare il problema in entrambi i Consigli e farsi promotori di un incontro e fare da trait d'union tra le due amministrazioni".

"Il Comune ha più volte manifestato la propria volontà ad affrontare, rendendosi anche parte attiva, laproblematica della piscina Fedi, ma il tempo sta passando e di concreto ancora non si vede niente".

"A questo punto - conclude la nota - la nostra paura è che ci sarà il solito "scarica barile" sulle responsabilità e poi per mancanza di tempi non sarà possibile, neppure valutare, alcuna soluzione alternativa a quella ad oggi proposta (e data per certa dal presidente Vanni) Cosa dobbiamo fare a questo punto per smuovere qualcosa e tutelare la nostra stessa sopravvivenza?"

Tag

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Cronaca

Cronaca