QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
ABETONE
Oggi 18°34° 
Domani 17°31° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News abetone, Cronaca, Sport, Notizie Locali abetone
giovedì 28 luglio 2016

Attualità mercoledì 03 febbraio 2016 ore 17:07

Baldi interviene sull'unificazione dei Comuni

Massimo Baldi

Il consigliere regionale spiega la propria posizione sul Comune unico. Domani il Consiglio comunale ad Abetone che si annuncia di fuoco

ABETONE — Mentre si annunciano manifestazioni per la decisione del Consiglio regionale di dare luce verde alla creazione del Comune unico a partire dal 2017, cresce l'attesa per il dibattito che domani si svolgerà in Comune ad Abetone. Due gli ordini del giorno dedicati alla questione. 

Intanto il consigliere regionale Pd Massimo Baldi entra nell'agone con una nota. “Domani ad Abetone la destra minaccia di fare il suo mestiere - scrive il consigliere regionale - ovvero quello di organizzare gazzarre pubbliche per intimorire chi è un buon tutore della democrazia e dell’interesse pubblico, quale dev’essere un amministratore e quale ha sempre dimostrato di essere il sindaco di Abetone, Giampiero Danti".

"La scusa - aggiunge Baldi - è quella di tutelare un territorio, ma in realtà portano avanti una battaglia che nel merito è contro quel territorio e nel metodo, quello delle adunate e delle intimidazioni, danneggia il buon andamento della democrazia e delle istituzioni".

"È vero, sulle fusioni, il Partito Democratico ha cambiato passo - prosegue la nota - Lo ha fatto con il senso di responsabilità che lo contraddistingue rispetto ai grandi cambiamenti e alle riforme di cui è promotore e responsabile. Non soltanto osservatore. Mi riferisco ai grandi cambiamenti istituzionali, e non solo, in corso nello scenario dell’intero Paese. Si tratta di una svolta epocale, di un grande esame di maturità per il Paese, e tutti i territori, anche i nostri, devono fare la loro parte".

"La settimana prossima ci riuniremo nel gruppo Pd e lavoreremo a un documento per chiarire in modo formale, se è questo il senso a cui si riduce tutta questa polemica, la nostra posizione sulle fusioni".

"Rispetto al referendum faremo un atto di democrazia - conclude Baldi - Faremo valere, a differenza che in passato, tutti i singoli voti dando loro pari dignità individuale. Contandoli in modo complessivo, ma, allo stesso tempo, richiedendo una maggioranza qualificata che possa garantire un consenso a nostro avviso ragionevole e sostenibile per portare avanti questa grande battaglia, questa grande sfida. Tutela delle minoranze e rispetto della maggioranza possono e devono andare insieme, è il succo della democrazia. E quanto stiamo facendo in discontinuità col passato è proprio la messa in atto di questo proposito”.

Tag

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Cronaca

Cronaca